Audioguida Italiano Audioguida English sezione bambini
Come arrivare Numeri utili Pubblicazioni su San Pietro al Tanagro Link utili
Totem GPS Lettore MP4 Mappa Brochure
Vallo di diano Alburni Golfo di policastro Cilento interno Cilento costiero
Territorio Storia Luoghi dello spirito Archeologia rurale Ristorazione e ricettivita Enogastronomia Natura e paesaggio Sport e tempo libero

SALA CONSILINA_ LUOGHI DELLO SPIRITO

CHIESA DELLA SANTISSIMA ANNUNZIATA

La SS. Annunziata viene eretta come chiesa fondata dall'Università, ossia dalla cittadinanza salese, nel 1330. Sorge al di fuori delle mura cittadine, assieme all'ospedale cui deve servire: in questo profondamente differente dalle altre chiese, tutte esclusivamente ricettizie, volute dalle nobili famiglie del tempo e destinate solo ad accogliere i fedeli e alla celebrazione comunitaria dei riti religiosi. Circa un secolo dopo la fondazione, nel 1451, la stessa Università decide di donare la chiesa e le relative rendite all'Ordine dei Crociferi, sempre però con lo scopo di attendere all'ospedale.

CAPPELLA DI SAN GIUSEPPE (1700)

L’edificio, costruito nella prima metà del Settecento dalla famiglia Bigotti, rappresenta uno degli esempi più rilevanti dell’architettura barocca nel Vallo di Diano. L’esterno è decorato da lesene e capitelli corinzi. Nella parte superiore l’eleganza delle volte documenta le capacità tecniche ed artistiche degli scalpellini nella lavorazione della pietra locale. L’interno è decorato con stucchi. L’altare è di tarsie di marmo policromo.

CHIESA DI SANTO STEFANO (XII secolo),

Al suo interno sono conservati i dipinti Madonna della Consolazione con i Santi Agostino, Stefano, Maria Maddalena e Monica e Madonna delle Grazie e Santi Onofrio e Carlo Borromeo, del pittore seicentesco Pietrafesa. Nella casa canonica una Madonna degli Angeli del XVI secolo attribuita al maestro di Massa Lubrense.

GRANCIA DI SAN LORENZO 

Antico granaio della Certosa di San Lorenzo in Padula risalente alla prima metà del secolo XVI, proprietà dell’Amministrazione provinciale di Salerno ed oggi sede dell’Osservatorio Europeo del Paesaggio.

CHIESA DI SAN PIETRO (ricostruita ex novo intorno al 1950)

Ricostruita ex novo intorno al 1950, dopo che era stata distrutta dai bombardamenti del ’43, conserva traccia del suo passato barocco nell’archivio parrocchiale. Di particolare importanza sono alcuni frammenti dei secoli XI-XIII e una sessantina di pergamene, contenenti atti privati o di autorità ecclesiastiche, relativi a un arco cronologico compreso tra il 1457 e il 1783.

CHIESA DI SANT'ANNA

Chiesa imponente costruita appena qualche decennio orsono, si distingue per la copertura a spiovente ricurvo a mo' di pagoda.

CHIESA DI SANT'ANTONIO 

Trattasi di una chiesa di recente costruzione situata nella omonima località.

CHIESA DI SANT'EUSTACHIO (1130)

Un’autorevole notizia, tramandata dall’erudito giureconsulto Domenico Alfeno Vairo (secolo XVIII), assegna la sua fondazione al 1130, in età normanna. L’edificio ed il campanile attuali sono tuttavia di epoca moderna, rifacimenti effettuati nei secoli XVII-XVIII. Particolarmente significativo appare l’elegante portale di pietra di Padula.

IL BATTISTERO DI SAN GIOVANNI IN FONTE 

Posto a metà strada tra i confini di Padula e Sala Consilina, là dove le evidenze archeologiche pongono il borgo romano di Marcellianum, suburbio di Consilinum, è uno dei monumenti più suggestivi dell'intero territorio del Vallo di Diano. Fondato probabilmente nel IV secolo dal Papa Marcello I, fu sede vescovile fino al X secolo, quando fu assorbito nei confini dell'antica Diocesi di Capaccio e trasformato successivamente in commenda dell'ordine dei Templari.

TAG: ARCHEOLOGIA - NATURA E AMBIENTE - LUOGHI DELLO SPIRITO - STORIA- ENOGASTRONOMIA
torna alla home
Immagini non presenti
Video non presenti
Documenti non presenti
chiudi